VIII Commissione - Resoconto di mercoledý 12 ottobre 2005


Pag. 127

INTERROGAZIONI

Mercoledì 12 ottobre 2005. - Presidenza del presidente Pietro ARMANI. - Interviene il sottosegretario di Stato per le infrastrutture e i trasporti, Nino Sospiri.

La seduta comincia alle 14.55.

5-04426 Giuseppe Gianni: Affidamento in subappalto dei lavori sull'autostrada Catania-Siracusa.

Il sottosegretario Nino SOSPIRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Giuseppe GIANNI (UDC), pur ringraziando il sottosegretario per la cortesia dimostrata, reputa non condivisibile la risposta esclusivamente tecnica fornita dal Governo. Rappresenta, infatti, la situazione insostenibile che si sta registrando sul territorio dove, da qualche settimana, si susseguono gli incontri tra i sindaci, le parti sociali e le imprese, che non riescono ad arginare le richieste provenienti da più parti, affinché vengano impiegate le maestranze locali nella realizzazione dei lavori dell'autostrada Catania-Siracusa. Giudica incomprensibile l'atteggiamento dell'ANAS in questa vicenda, considerato che non si possono sottacere le preoccupazioni locali nei confronti dell'affidamento dei lavori a soggetti che giudica veri e propri «predatori», che intendono - di fatto - «violare» il territorio.


Pag. 128


Si augura, quindi, che il Governo individui una soluzione per risolvere la situazione descritta, che rischia di divenire insopportabile, eventualmente convocando un vertice dedicato a tale vicenda, affinché venga fornita una risposta chiara ai soggetti interessati.

5-04596 Caparini: Completamento di tratti della strada statale n. 42.

Il sottosegretario Nino SOSPIRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Ugo PAROLO (LNFP), cofirmatario dell'interrogazione in titolo, si dichiara soddisfatto della risposta del Governo. Segnala che, a partire dal momento in cui è stata presentato l'atto di sindacato ispettivo, i lavori sulla strada statale n. 42 sono stati correttamente eseguiti e conclusi. Si è registrata, pertanto, un'accelerazione nei lavori di questa opera, che reputa di strategica importanza per la mobilità nel territorio interessato e di cui occorre dare merito anche al Governo. Quanto alla vicenda specifica del crollo degli impalcati, di cui tratta la stessa interrogazione, ritiene opportuno attendere l'esito degli accertamenti, per individuare eventuali responsabilità.

5-04646 Nicodemo Nazzareno Oliverio: Stato dei lavori sulla strada statale n. 106.

Il sottosegretario Nino SOSPIRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Tino IANNUZZI (MARGH-U), cofirmatario dell'interrogazione in titolo, nel ringraziare il rappresentante del Governo per la cortesia manifestata, si dichiara - tuttavia - insoddisfatto della risposta, anche a nome del primo firmatario dell'atto di sindacato ispettivo presentato. Ricorda che i quesiti posti al Ministero erano chiari e riguardavano l'esatto stato di esecuzione dei lavori sulla strada statale n. 106. Osserva, invece, che nella risposta del Governo nulla si specifica riguardo alla realizzazione dei singoli lotti e, in particolare, riguardo al «mega-lotto» 5-bis. Esprime, inoltre, preoccupazione per le conseguenze negative legate ai soliti «effetti-annuncio» del Governo, che creano aspettative sul territorio, senza portare mai a risultati concreti. Sottolinea, altresì, le criticità concernenti la disponibilità delle risorse finanziarie, cui è ovviamente condizionato l'avanzamento dei lavori. Analoghe criticità riguardano l'esigenza di rivisitare e adeguare il progetto preliminare.
In conclusione, ribadita l'insoddisfazione per la risposta del Governo, dalla quale non si evincono progressi significativi con riferimento a un'opera che - unitamente all'autostrada Salerno-Reggio Calabria - è assolutamente prioritaria per il sistema delle comunicazioni nel Mezzogiorno, paventa il rischio di arrivare alla fine della legislatura con un vero e proprio «nulla di fatto».

Pietro ARMANI, presidente, dichiara, quindi, concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 15.05.

SEDE REFERENTE

Mercoledì 12 ottobre 2005. - Presidenza del presidente Pietro ARMANI. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio, Stefano Stefani.

La seduta comincia alle 15.05.

Modifica all'articolo 844 del codice civile in materia di inquinamento acustico.
C. 5951 Airaghi.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 28 settembre 2005.


Pag. 129

Pietro ARMANI, presidente, comunica che sono stati presentati emendamenti alla proposta di legge in titolo (vedi allegato 4).

Tommaso FOTI (AN), relatore, esprime parere contrario sull'emendamento Piglionica 1.2, raccomandando l'approvazione del suo emendamento 1.1.

Il sottosegretario Stefano STEFANI esprime un parere conforme a quello del relatore.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento Piglionica 1.2: si intende che vi abbiano rinunciato.

La Commissione approva, quindi, l'emendamento 1.1 del relatore.

Pietro ARMANI, presidente, avverte che il testo della proposta di legge, come risultante al termine dell'esame degli emendamenti, sarà trasmesso alle competenti Commissioni per l'espressione del prescritto parere.
Rinvia, quindi, il seguito dell'esame ad altra seduta.

Modifiche alla legge n. 36 del 1994 in materia di gestione delle acque nei comuni montani.
Testo unificato C. 5568 Parolo e C. 5829 Zanetta.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 28 settembre 2005.

Pietro ARMANI, presidente, comunica che sono stati presentati emendamenti al testo unificato delle proposte di legge in titolo (vedi allegato 5).

Antonio MEREU (UDC), relatore, esprime parere favorevole sugli emendamenti Folena 1.3, Parolo 1.6 e Tit. 1, invitando i presentatori a ritirare l'emendamento Parolo 1.7. Il parere è, invece, contrario sui restanti emendamenti.

Il sottosegretario Stefano STEFANI esprime un parere conforme a quello del relatore.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Folena 1.2: si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge, quindi, l'emendamento Raffaella Mariani 1.1.

Tommaso FOTI (AN) dichiara di sottoscrivere l'emendamento Folena 1.3.

La Commissione, con distinte votazioni, approva l'emendamento Folena 1.3, respinge gli emendamenti Raffaella Mariani 1.4. e 1.5, e approva l'emendamento Parolo 1.6.

Ugo PAROLO (LNFP), nel prendere atto dell'invito al ritiro del suo emendamento 1.7 formulato dal relatore, sottolinea che esso è volto a indicare un tempo massimo per il rientro nell'ambito territoriale di appartenenza. Sarebbe necessario, a suo avviso, indicare anche un limite temporale minimo entro il quale i comuni possono decidere di aderire nuovamente al servizio idrico integrato.

Antonio MEREU (UDC), relatore, nel concordare con l'osservazione svolta, propone una nuova formulazione dell'emendamento Parolo 1.7 (vedi allegato 5), specificando che i comuni possono decidere di rientrare nel servizio idrico integrato entro i trentasei mesi successivi alla data di eventuale revoca dell'adesione all'ambito territoriale di appartenenza, a prescindere dall'indicazione di termini minimi o massimi.

Ugo PAROLO (LNFP) dichiara di condividere la proposta di riformulazione del suo emendamento 1.7.

La Commissione approva, con distinte votazioni, l'emendamento Parolo 1.7 (nuova formulazione) e l'emendamento Tit. 1 del relatore.

Pietro ARMANI, presidente, avverte che il testo unificato delle proposte di legge, come risultante al termine dell'esame degli


Pag. 130


emendamenti, sarà trasmesso alle competenti Commissioni per l'espressione del prescritto parere.
Rinvia, quindi, il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 15.20.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

Mercoledì 12 ottobre 2005.

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 15.20 alle 15.25.